Hempyreum.org
Local Time
English (UK) Deutsch (DE) Français (FR) Español (ES) Italian (IT)
5 errori comuni durante la germinazione dei semi di cannabis
Autore: laia 09/01/2018 - 10:15:00

Come germinare i semi di marijuana? 

Sebbene la germinazione dei semi di cannabis sia un processo relativamente facile e veloce, è importante prendere in considerazione una serie di fattori importanti al fine di ottenere il più alto risultato dalla germinazione. Inoltre, siamo interessati a sapere quali semi germogliano il più rapidamente possibile, e soprattutto senza alcun problema come un’infezione fungina o un basso tasso di germinazione. 

Nel nostro articolo su come germinare i semi di marijuana, spiegheremo passo dopo passo cosa fare per raggiungere la germinazione con successo. Oggi vi facciamo sapere quali sono i principali errori commessi durante questo processo, errori che, come vedremo, possono essere risolti in modo molto semplice. Vedremo perché molti coltivatori non riescono a germinare i loro semi, sarà un buon modo per imparare cosa non dovremmo fare se vogliamo sfruttare al meglio i nostri semi. 

Germinazione di semi di Cannabis


Lasciare asciugare la germinazione

Posizionando il seme in un terreno di coltura umido, inizia una serie di reazioni che porteranno alla germinazione in poche ore o giorni. Qualunque sia il substrato su cui stiamo lasciamo i semi germinare, dobbiamo assicurarci che non sia mai completamente asciutto, perché è molto probabile che il seme cessi la sua attività non raccogliendo umidità dal suo intorno e non germini mai.

In questo modo, è consigliabile controllare quotidianamente che il mezzo di germinazione rimanga umido, specialmente quando si utilizzano fonti di calore per raggiungere una temperatura più elevata e quindi un indice di germinazione migliore; il calore farà asciugare il substrato più velocemente, cosa che deve essere sempre tenuta presente per evitare spiacevoli sorprese. In caso di coltivazione idroponica è sempre meglio germinare in cubetti di lana di roccia, che ovviamente devono sempre rimanere umidi.

La carta assorbente da cucina non dovrebbe mai essere asciugata una volta iniziata la germinazione
 

Germinare i semi troppo a lungo

Un altro errore comune, in questo caso, quando si germina su carta da cucina o simile, è far germogliare il seme fino a quando i cotiledoni non appaiono. In questo modo, il successivo trapianto è molto difficile ed è molto probabile danneggiare la radice nel tentativo . Inoltre, più a lungo la radice viene esposta all’aria e la luce più danneggiata risulterà, quindi è preferibile trapiantarla prima che ciò accada.

Per evitare problemi, è meglio piantare i semi quando la radichetta é della misura di circa 1 cm, 2 al massimo. Sarà molto più facile piantare e non influiremo negativamente allo sviluppo delle radici, che potranno espandersi nel nuovo mezzo di coltura senza essere frenato in alcun modo.

Germoglia direttamente sul terreno o nel vaso

È un errore comune che di solito porta a una germinazione nulla, specialmente se non è stato annaffiato prima e dopo di mettere il seme . Seppellendo il seme direttamente nel substrato, corriamo il rischio che sia seppellito troppo in profondità, specialmente se annaffiamo il terreno giusto dopo aver messo il seme a germinare.

Otterremo sicuramente molto migliori risultati se germogliamo semi in carta da cucina, jiffis o tacos degli stessi che vengono usati per radicare talee e trapiantarli nel terreno o nel vaso una volta che le piccole piantine sono nate. Inoltre, in questo modo possiamo germinare un gran numero di semi in uno spazio molto piccolo, come una piccola serra, che renderà molto più facile fornire una temperatura e un’umidità idonea.

Temperatura e umidità per la germinazione

I semi di cannabis germinano correttamente con valori di temperatura e umidità relativamente alti. Sarà necessario, soprattutto durante alcune stagioni dell’anno, utilizzare una fonte di calore per ottenere una temperatura di circa 26-28 ° C. Per questo scopo ci sono molte opzioni sul mercato, come cavi termici o serre riscaldate. Questi ultimi sono particolarmente interessanti perché forniscono anche un alto livello di umidità, ideale per la germinazione dei semi.

L’ideale sarebbe mantenere il mezzo di germinazione a circa 26-28 °C e al 70% di umidità. Valori più bassi porteranno una germinazione più lenta e meno efficace, mentre valori più alti possono causare problemi di funghi o muffa.

Una serra riscaldata è perfetta per germinare i semi
 

Piantare il seme in modo errato

Se osservi da vicino un seme di cannabis, noterai che ha una forma leggermente ovale, che termina in un punto ad una estremità e forma un piccolo “cratere” nell’altra, che è chiamata corona. Quando state piantando il tuo seme (sia in seme germogliato per esempio, in un Jiffi, o, nel caso sia germinato su carta assorbente) devono tenere a mente che questa corona deve sempre posizionata allinsú.

Quindi, devi piantare il seme con la punta verso il basso e la corona rivolto verso di te. Una volta che il seme germina, la corona fungerà da cerniera, in modo che il seme si apra alla fine della punta e lasci uscire la radichetta. In caso in cui si dispone mal il seme, la radichetta (radice) crescerà verso l’alto e la piantina verso il basso, qualcosa che dovrebbe essere evitato a tutti i costi in quanto è molto probabile che la piantina non nascerá.

Profondità per seppellire il seme

Spesso il seme viene seppellito troppo in profondità (un problema che abbiamo già visto in caso di irrigazione dopo aver piantato il seme), perché in questo modo la piantina non potrà mai emergere. Al contrario, se lo seppelliamo troppo vicino alla superficie, possiamo scoprire che germina bene, ma lo stelo si indebolirá facilmente, si piegará e non consentirá uno sviluppo corretto della piccola pianta.

Per evitare questi problemi sarà meglio seppellire il seme a circa 2 cmdi profondità. Inoltre, man mano che la piantina cresce, potremmo seppellire di piú la metà inferiore dello stelo in modo che guadagni stabilità e produca nuove radici lungo il pezzo di stelo che abbiamo sepolto. In questo modo accelereremo la crescita delle piante.

Dobbiamo piantare il seme con la radice verso il basso
 

Piantare diversi semi nello stesso vaso

Sebbene possa essere allettante, germinare diversi semi nello stesso contenitore di solito non funziona bene. Oltre alla difficoltà di piantare correttamente diversi semi nello stesso vaso, una volta nati, competeranno per il poco spazio disponibile per le loro radici. Alla Cannabis non piace una limitata crescita delle radici, e crescerà di più come una spiga e con una maggiore distanza internodale.

Inoltre, lo scarso spazio tra le piante le renderà competitive anche per la luce disponibile, cosa non consigliabile se vogliamo ottenere il massimo da ogni pianta. Le piante produrranno piccole ramificazioni laterali e centreranno la loro crescita su uno stelo principale debole e con una distanza internodale troppo lunga, cosa che di solito influenza la produzione finale di fiori.

Speriamo che questo articolo ti aiuti a evitare problemi quando germinare i tuoi semi, è molto frustrante iniziare un raccolto con tutte buone aspettative e affrontare subito i primi problemi! Non esitare a farci sapere i tuoi dubbi, commenti e trucchi, saremo felici di risponderti.

Buon raccolto!

Articolo originale su philosopherseeds.com:5 errori comuni durante la germinazione dei semi di cannabis



19/01/2018 - 09:01:00
info
Pagine totali / lingua:   27'565 / 5'052
Nell'archivio :   46'558
Pagine ultime 24 ore:   24
Questo mese pagine:   754
Visualizzazioni:   6'697'16415'862
Visualizzazioni Archivio:   10'218'206

©2018 - Hempyreum.org - Aggregatore di notizie sulla Canapa e la Cannabis [Beta] | Tutti i diritti e la proprietà dei contenuti presenti sono di appartenenza dei rispettivi titolari

Pubblicità