Hempyreum.org
Local Time
English (UK) Deutsch (DE) Français (FR) Español (ES) Italian (IT)
7 oggetti essenziali per coltivazione indoor
Autore: laia 12/09/2017 - 08:30:00

Per il successo di un raccolto indoor, ci sono una serie di elementi che si devono rispettare. In questo articolo vi offriamo una breve lista di elementi necessari che non possono mancare in una coltivazione di marijuana indoor, evitando cosí una serie di errori e, a sua volta il rischio di compromettere il raccolto intero. 

Estrattore / Intractor 

Rinnovare l’aria all’interno della nostra zona di coltura è molto importante per una buona crescita e per ottenere le migliori prestazioni . Le nostre piante consumano CO2 durante il giorno e durante la notte O2. Se non si ventila adeguatamente, le piante non possono svolgere adeguatamente le loro funzioni di base, perché si troverebbero in mancanza di CO2 durante il giorno (periodo del rilascio di O2) e di ossigeno di notte (quando si rilascia CO2). 

Una circolazione d’aria aiuterà anche a controllare la temperatura, pertanto la ventilazione è un aspetto essenziale da considerare. Nel nostro blog troverete ulteriori informazioni sul CO2 nella coltivazione della marijuana che chiarirà i dubbi che possono sorgere circa il loro uso.

Estrazione dell’aria

Filtro antiodore

Viene usato per filtrare l’aria che passa attraverso l’estrattore intrappolando particelle con odore comune nella coltivazione. Con un filtro di carbone attivo eviteremo che il vostro raccolto possa creare nuovi sospetti.

Ogni modello di estrattore ha il suo filtro di scarico carbone adatto ed è molto importante assicurarsi che funzioni con quello corrispondente,sta di fatto che se si usa un filtro di carbone più piccolo del necessario l’estrattore riduce considerevolmente la potenza di scarico e la sua vita. In casi particolari, con le varietà della marijuana con particolare aroma come per esempio Lemon OG Candy o Cheesy Auto, è opportuno posizionare ben due filtri di carbone, una a ciascuna estremità dell’estrattore (ribadendo l’importanza di regolare i filtri che corrispondono correttamente agli estrattori in uso).

Ventilatore

Ventilatori impediscono che si formino diverse zone limitate con una certa temperature o spazi con aria rarefatta nella nostra area di coltura. I più comuni sono quelli domestici (il comune ventilatore a piantana), come alternativa ci sono anche quelli domestici da tavolo o quelli assiali che occupano pochissimo spazio.

La ventola svolge la stessa funzione del vento, ed è imperativo per diversi motivi:

  • Rafforza rami e steli per poter in seguito avere la forza per sostenere il peso delle gemme nella fase finale della fioritura.
  • Muove l’aria, e favorisce lo scambio dei gas.
  • Riduce l’umidità relativa nella coltivazione della cannabis e quindi ridice il rischio di funghi in marijuana.

Zona infettato con il fungo Botrytis (Foto: Grasscity)

PH-metro e EC

Il pH è il coefficiente che indica l’acidità o alcalinità dell’acqua, mentre la EC indica l’ elettro-conduttività di quest’ultima, o in altre parole, la quantità di sali disciolti in essa.

Controllare il pH ed EC nella coltivazione di marijuana è fondamentale, a tal punto che se i valori di questi parametri sono corretti consentiranno alle piante di cannabis di assorbire correttamente le sostanze nutritive, non presenti carenze e dia un eccellente raccolto, evitando quindi di usare un eccesso di fertilizzante.

Controllori di pH e EC

Il pH che si consiglia quando si tratta della coltivazione della marijuana con terra è compreso tra 6 e 6,8, mentre nel caso di EC si raccomanda che il parametro si avvicini a 1,4 milliSiemens. In un sistema idroponico, il pH utilizzato tende ad essere inferiore (5,5 a 6 per la crescita e la fioritura), con livelli leggermente superiori di EC (fino 1,8mS).

Termo-igrómetro

Questo strumento digitale misura e memorizza i dati della temperatura e l’umidità massima e minima che si raggiungere il vostro raccolto. Queste informazioni saranno di grande aiuto per regolare questi importanti parametri del vostro raccolto a livelli ottimali.

Ci sono i modelli più elementari che si limitano a misurare la temperatura e l’umidità relativa, ma il mercato delle termoigrometri funzionalità extra come:

  • Sensore esterno: Misura la temperatura e l’umidità relativa in altri punti diversi dal punto principale, nel qual caso si ricevono valori interni nelle misurazioni dei sensori ei valori esterni nel caso della sonda.
  • Allarme: viene attivato quando uno dei parametri scende ad un valore inferiore o superiore dal massimo indicato.
  • Modulo di comunicazione: consente di visualizzare i dati di misura e ricevere notifiche da remoto.

Data la poca differenza di prezzo tra un semplice termo-igrometro e uno che ha più vantaggi -ovvero variano dai 10 ai 12 euro, si consiglia di acquistare uno strumento più completo.

Termo-igrometro digitale con sonda e sveglia (Foto: Alchimiaweb)

Timer

É essenziale aggiungere un timer se si coltiva al chiuso. Facilita l’irrigazione automatica, l’estrazione e, soprattutto, l’accesa e spenta delle lampade di coltivazione necessarie per controllare il fotoperiodo (ore di luce / buio). Non sono poi cosí costosi e sono molto utili perché vi permettono di vivere liberamente senza essere un costante dipendenza della coltura.

Vendono diversi timer manuali e digitali e per una coltivazione di maggior calibro scatole di temporizzazione con un dispositivo di sicurezza automatico.

Umidificatore / Deumidificatore

Con l’uso di un Termo-igrometro sappiamo i valori dell’umidità e ci aiuta a capire se é necessario usare un umidificatore o deumidificatore a seconda.É raccomandato un umidità di circa il 70% durante la fase di crescita e circa il 50% durante la fioritura, anche se questi parametri dipendono anche dalla temperatura nella stanza. Se i parametri non sono quelli raccomandati, allora il coltivatore dovrá aggiungere umidificatori o deumidificatori, se necessario, che potranno inoltre essere regolati con un temporizzazione a volontà.

Per i coltivatori che si dedicano a mantenere le piante madri o produzione di talee,questa é spesso un oggetto essenziale visto che l’umidità relativa nello spazio del raccolto deve essere molto elevato.

D’altra parte, deumidificatori sono utilizzati in molte occasioni in locali o armadi di essiccazione o per l’elaborazione di concentrati.

Deumidificatore professionale

Ci sono altri elementi che possono essere aggiunti alla zona di coltivazione che, pur importanti, non si considerano essenziali, peró altri sì che lo sono, non possiamo fare a meno di evidenziare a tutti i coltivatori che c’é comunque bisogno un sistema di illuminazione adeguato, armadio o una stanza e ovviamente … semi di marijuana!

Buona coltivazione e buona fumata!

Articolo originale su philosopherseeds.com:7 oggetti essenziali per coltivazione indoor



info
Pagine totali / lingua:   25'702 / 4'749
Nell'archivio :   46'558
Pagine ultime 24 ore:   37
Questo mese pagine:   686
Visualizzazioni:   5'702'427
Visualizzazioni Archivio:   9'954'957

©2017 - Hempyreum.org - Aggregatore di notizie sulla Canapa e la Cannabis [Beta] | Tutti i diritti e la proprietà dei contenuti presenti sono di appartenenza dei rispettivi titolari

Pubblicità