Hempyreum.org
Local Time
English (UK) Deutsch (DE) Français (FR) Español (ES) Italian (IT)
La canapa e i suoi leganti: materiali, tecniche e ricerca in Italia e in Europa
30/01/2018 - 09:49:00

Un convegno internazionale per raccontare la canapa in bioedilizia per nuove professioni, analizzando lo stato dell’arte della canapa e i suoi leganti con particolare attenzione ai materiali, alle tecniche ed alla ricerca di settore.

Nasce all’interno di CANAPALEA (dal latino paglia di canapa), progetto finanziato dalla Comunità Europea e finalizzato alla diffusione dell’uso della canapa nel mondo delle costruzioni attraverso la formazione ed informazione degli interlocutori politici, tecnici e professionali. Partecipano 9 partners internazionali facenti capo a 4 paesi: Francia, Italia, Spagna, Belgio (a tutti i partecipanti sarà fornito un servizio di traduzione simultanea).

La sala convegni all’Università di Roma 3

Si sta svolgendo nell’arco temporale di 36 mesi e si concluderà nel 2018. Per l’Italia il referente è l’ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica), che per prima ha portato questo tipo di tecnologia in Italia con la realizzazione della prima casa in canapa, ed i responsabili del progetto sono Olver Zaccanti ed Alessandro Beber.

Nell’ambito del progetto è stato organizzato un convegno di divulgazione ed approfondimento tecnico a partecipazione gratuita (iscrizione obbligatoria da effettuare QUI), previsto per il giorno 16 febbraio 2018, a Roma, presso l’Università degli Studi Roma 3 a partire dalle ore 9. Noi di canapaindustriale.it siamo media partner dell’evento e pubblicheremo articoli ed aggiornamenti.

L’atteso evento, che si svolgerà nella magnifica cornice dell’Aula Magna Adalberto Libera, messa a disposizione dall’Università UniRomaTre,  all’interno dell’ex Mattatoio di Largo Giovanni Battista Marzi, 10 (Ingresso Ponte Testaccio), vuole portare luce su diversi aspetti tecnici legati agli usi della canapa in edilizia, offrendo un momento di approfondimento e confronto, attraverso le esperienze, il lavoro e la ricerca scientifica, svolti da docenti e ricercatori universitari italiani e stranieri.

L’uso della canapa industriale si sta sempre di più affermando nel mondo delle costruzioni, grazie ai molti e sempre più apprezzati aspetti positivi; questo trend di crescita sta progressivamente spingendo il mondo produttivo e imprenditoriale ad investire in questo settore, creando di conseguenza nuova occupazione e la necessità di sviluppare nuove figure professionali specializzate. I tipi di professionalità richiesti  interessano gli operatori dell’edilizia in generale, dai Tecnici progettisti architettonici ed energetici, alle Imprese Edili che eseguono la posa in opera dei materiali, sino alle Aziende produttrici dei manufatti in Canapa, che sempre più dovranno dimostrare competenza e qualità.

Se, da un lato, avremo la possibilità di conoscere alcuni tra i più importanti progetti di ricerca svolti negli ultimi anni in Europa, dall’altro, vedremo gli aspetti promossi dal gruppo transnazionale del Progetto Erasmus+ CANAPALEA che, tra le numerose attività, ha sviluppato i modelli formativi per i corsi di specializzazione teorico-pratica dedicati alle differenti categorie di settore ed alle diverse tecniche costruttive.

La giornata sarà quindi ricca di importanti esperienze, tra le quali ricordiamo:

Dr. Manuela Pierobon (UNIVE) – Coltivazione della Canapa
Manuela Pierobon, nata a Belluno e residente a Ponte nelle Alpi, laureata a Padova in Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio con tesi specialistica Approccio partecipativo nella pianificazione territoriale: il caso studio del Comune di Ponte nelle Alpi (BL). Da sempre appassionata a tematiche di tipo ambientale, anche grazie all’entusiasmo per l’agricoltura trasmesso dalla famiglia, ha deciso di intraprendere questo percorso di studio della coltivazione e della “cultura” canapa al fine di approfondire alcuni aspetti del territorio in cui vive. Nel 2012 inizia a promuovere la coltivazione della canapa nel bellunese, attività che si concretizza facendo tornare la coltivazione a Belluno dopo 50 anni di abbandono.
Dal 2017 collabora con l’Università Ca’ Foscari Venezia – Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica, alle attività di ricerca al progetto “Miglioramento dell’efficienza della produzione di canapa come opportunità di innovazione e sviluppo dei territori marginali collinari”.

Dr. Fabio Fratini (CNR ICVCB) – Leganti in edilizia
Diplomato in Scienze Geologiche all’Università di Firenze, è ricercatore presso l’Istituto Conservazione e Valorizzazione Beni Culturali (ICVBC) del CNR. L’ambito delle sue ricerche riguarda lo studio dei materiali dell’architettura vernacolare e monumentale finalizzato alla conoscenza della cultura materiale che li ha prodotti, allo studio dei loro meccanismi di degrado e messa a punto dei metodi di intervento per la loro conservazione. Dal 2007 è docente nel Laboratorio di Sintesi del Dipartimento di Costruzioni e Restauro dell’Università di Firenze. E’ stato partner di numerosi progetti scientifici europei e regionali. E’ membro della commissione UNI che si occupa delle tecnologie analitiche applicate allo studio delle malte antiche. E’ membro del Consiglio scientifico del Congresso “Scienza e Beni Culturali” che ha luogo a Bressanone dal 1985.

Prof. Christophe LANOS (Univ. Ing. Civile di Rennes) – Comfort interno legato ai materiali a base di canapa
Professore di Ingegneria civile all’università di Rennes in Francia, dove dal 2010 dirige il Laboratorio di Ingegneria Civile e Ingegneria Meccanica, affrontando problemi legati alla costruzione di strutture e al comportamento di terreni e materiali.
Dal 2004, all’interno dell’università di Rennes ha svolto l’attività di ricerca sul comportamento dei materiali “bio-base” utilizzati nell’ingegneria civile.
In questi anni ha realizzato oltre 60 pubblicazioni nazionali e internazionali su riviste specializzate partecipando a numerosi convegni.

Ph.D. Raluca Fernea (Technical university of Cluj Napoca) – canapa impastata con diversi tipi di leganti
Laureata nel 2010 in ingegneria civile all’Università tecnica di Cluj Napoca, in Romania, dove ha anche conseguito un master su “Analisi e recupero degli edifici” ed una Laurea PhD su “Analisi multicriteriale dei nuovi materiali da costruzione naturali-organici” dove in particolare ha esaminato i materiali a base di canapa e le loro caratteristiche acustiche, termiche e meccaniche.
Attualmente è Assistente di laboratorio del dipartimento di Ingegneria Civile e management della stessa Università di Cluj Napoca.
Tra il 2016 e il 2017 è chiamata come relatrice in molte conferenze internazionali sui temi della costruzione e recupero degli edifici con materiale naturale ed in particolare con utilizzo di canapa.

Prof. Lorenzo Tassi (Dipartimento di Chimica, UNIMORE Modena) – Impasti di canapulo con leganti a base di calce idraulica
Si è laureato, con lode, in Chimica all’Università di Modena nel 1980, ove ha successivamente svolto attività di Ricerca ed è Docente del Dipartimento di Chimica. Le competenze scientifiche riguardano le tecniche spettroscopiche, quali Assorbimento Atomico ed Emissione Atomica , Spettroscopie Molecolari, tecniche di Microscopia Elettronica, tecniche diffrattometriche, metodi termici di analisi, Spettrometria di Massa, le tecniche elettroanalitiche (conduttometria, potenziometria), oltre a tecniche e metodologie standard per misure ed applicazioni allo stato liquido (densità, viscosità, costante dielettrica, indice di rifrazione), il campionamento con microestrazione in fase solida e le tecniche cromatografiche. Negli ultimi anni ha eseguito diverse ricerche sulla canapa e sui possibili usi nel settore edile e ambientale.

Il geom. Cesare Quaglia (AssoCanapa Coordinamento Nazionale per la Canipicultura), ci parlerà delle attività, delle esperienze e delle ricerche svolte dalla prima Associazione che è nata nel 1998 al fine di mantenere e diffondere la coltivazione della Canapa e la ricostruzione della filiera in Italia, oltre che della produzione di diversi materiali con la Canapa.

La dott.ssa Mariaelena Alessandrini, (EdilCanapa), ci porterà le esperienze e le attività svolte svolte dalla loro Azienda per giungere alla produzione di materiali per l’edilizia con il canapulo.

Il dott. Lorenzo Tedeschi, (Caparol), parlerà della ricerca e delle attività finalizzate alla produzione di pannelli in fibra di canapa.

Redazione di canapaindustriale.it

Articolo originale su canapaindustriale.it: La canapa e i suoi leganti: materiali, tecniche e ricerca in Italia e in Europa



03/02/2018 - 09:28:00
info
Pagine totali / lingua:   28'901 / 5'274
Nell'archivio :   46'558
Pagine ultime 24 ore:   48
Questo mese pagine:   822
Visualizzazioni:   7'646'045274'434
Visualizzazioni Archivio:   10'670'039

©2018 - Hempyreum.org - Aggregatore di notizie sulla Canapa e la Cannabis [Beta] | Tutti i diritti e la proprietà dei contenuti presenti sono di appartenenza dei rispettivi titolari

Pubblicità